Archivi categoria: Stili di vita

La “rivoluzione digitale” cambia o cambierà anche il nostro modo di vivere quotidiano ….

Decorare le pareti con fiori e piante veri. Biovertigo

La possibilità di lavorare da casa e il tempo che comunque si trascorre tra le mura domestiche ci spingono a cercare sempre nuove soluzioni per rendere più accoglienti e rilassanti gli ambienti di casa, per questo filosofie di progettazione come l’antico Feng Shui, sono sempre più attuali.
I ritmi frenetici imposti dalla moderna vita digitale sembrano essere correlati alla legge di Moore, con incrementi esponenziali delle attività e sempre meno pause per meditare.
Una parete spoglia, un angolo della cucina che pensavamo di adibire ad una micro-coltivazione di piante aromatiche….. come fare un angolo verde creando una decorazione rilassante e al contempo sempre nuova?

Biovertigo è un’idea Lounge-tek per realizzare un “quadro vegetale”, con una manutenzione semplice e cicli di irrigazione meno frequenti dei tradizionali vasi, grazie ad un sistema bilanciato di fibre vegetali e argilla espansa mutuato dall’esperienza nella coltivazione dei Bonsai…..

MAGGIORI INFO E ACQUISTI ON LINE 

biovertigo frame green decor mailing 800

Annunci

Nuovi modelli di mobilità

Ha senso parlare di grandi progetti e nuove infrastrutture quando in realtà sta cambiano lo stile di vita delle persone?

Il successo di modelli di car sharing come Car2GO di Milano e Roma fa pensare…. e fa sognare metropoli e città come erano 50 anni fa.

Chi abita nei centri storici, con il Car Sharing sta trovando la “ricetta giusta” per poter finalmente rinunciare al mezzo di proprietà con risparmi importanti e comodità di utilizzo inedite.

Ma le amministrazioni non sempre sono in linea con le tendenze e operano in ritardo, a Verona ad esempio si stanno programmando infrastrutture con Project Financing a 30 – 50 anni che insinuano il dubbio: cosa faremo non tra 30 ma anche tra solo 5 anni?

L’errore  è credere che queste opere servano  a “muovere l’economia” , ma se ragioniamo come una qualsiasi azienda rischiano solo di essere investimenti sbagliati.

Ma che senso ha creare infrastrutture che non serviranno alle persone? e che diventeranno quindi economicamente insostenibili con formule come il Project Financing?

La Filiera del Riciclo, il Lounge-book EcoDesign, una cantina, le sculture di Mauro Corona

Un futuro sostenibile passa dalla capacità di riutilizzare gli oggetti e le materie prime da esso composti intaccando il meno possibile le scorte di materie prime e l’ambiente che ci circonda. Riciclare e riutilizzare vuol dire anche risparmiare su trasporti e logistica della materia prima.

Lounge-book Ecodesign parte dal concetto di usare materie prime provenienti il più possibile da questo circuito virtuoso.

Quando mi sono chiesto come e dove ambientare le foto di presentazione del nostro nuovo Lounge-book Ecodesign ho voluto istintivamente rifuggire dallo schema di raccontare il prodotto nelle sue funzionalità ma di cercare di esternarne anima e spirito. Il nuovo supporto infatti , non differisce dai precedenti modelli per funzionalità, ma  solo nei  materiali per creare un oggetto il più possibile in armonia con il mondo circostante. Il filo conduttore che lega tutto ciò è la ricerca di migliorare , la passione e la volontà di trasmettere positività, in un mondo che sta cambiando alla velocità della luce.
Per capirlo meglio dobbiamo parlare dei protagonisti:

Lounge-book EcoDesign
E’ un oggetto tre volte sostenibile: è completamente riciclabile, utilizza materie prime dalla filiera del riciclo, utilizza procedimenti costruttivi, logistica a “basso impatto ambientale”.
Un percorso che parte dalle nostre idee e dal nostro modello di Business “Made in Ethics”, passa dal Fuorisalone di Milano con le ispirazioni del Goodesign,  dalla fabbrica di Verona per la industrializzazione  di materiali e lavorazioni e arriva al giardino delle Cantine “Le Ragose” per la presentazione al pubblico.


La Cantina “le Ragose”
E’ nota nel mondo per la qualita, la passione e l’etica con cui produce degli ottimi vini, in uno dei posti più fortunati della Valpolicella…. ecco come si raccontano: “l’impostazione aziendale è volta alla produzione dell’Amarone: in base a ciò si scelgono gli accorgimenti colturali e le tecniche che la lunga esperienza fanno ritenere più adatte. Il corretto impianto della pergola semplice (portinnesto, orientamento, infittimento) e la sua gestione (inclinazione, potatura, gestione del verde) ne fanno, in alta collina, un ottimo sistema d’allevamento per la viticoltura veronese. L’uso del rovere grande di Slavonia (25-60 hl) va nella direzione del maggior rispetto possibile del territorio, dei profumi e dei sapori peculiari che ne derivano, e dona al vino il carattere fondamentale della riconoscibilità. L’azienda vinifica solo uve dai propri vigneti, piantati nelle proporzioni previste dai disciplinari; la destinazione a vino Amarone, Valpolicella o vino da ripasso viene decisa anno per anno, secondo le caratteristiche delle uve rispetto all’andamento stagionale.”

Le Sculture del Giardino della Cantina.
La stessa passione con cui Arnaldo Galli ha raccolto le sculture che animano e custodiscono questi luoghi, simboleggiando l’armonia e il rispetto tra natura e opera umana. Ecco allora il nostro leggio-tavolo nato per strumenti tecnologici digitali come Notebook e Tablet, “usato” delle opere di Augusto Murer (Fauno 1980), Mauro Corona ( Torso di Donna 2002, Il Cristo di Matraia 1981, Attesa 1985, e Angelo Biancini (Ratto di Europa 1953)
Ci ha aiutato con i suoi suggerimenti e le sue ispirazioni Noemi Trazzi, una giovanissima promessa della fotografia per coglierne con freschezza, umorismo e garbo, l’animo innovativo.

Lo spirito è appunto questo: l’uomo con il suo lavoro cerca di modificare l’ambiente che lo circonda ed adattarlo alle sue esigenze, ma è suo primario interesse che ciò avvenga in armonia e nel rispetto della natura.

Ergonomia di iPad e tablet: i più dannosi per i muscoli del collo

Il tema di ergonomia e guai fisici dovuti all’utilizzo improprio dei nuovi digital devices con cui passiamo sempre più tempo è un tema sempre molto caldo e dibattutto, sopratutto tra gli addetti ai lavori  nel campo della salute e della medicina. Riprendiamo un interessante articolo apparso sulla popolare rivista on line “Tecnocino” che affronta il tema dell’ utilizzo sempre più diffuso dei Tablet e delle conseguenti implicazioni ergonomiche…. 

” iPad e in generale tutti i tablet sono i dispositivi più dannosi per la salute del collo e dei muscoli legati. Il motivo è semplice: quando lo si utilizza ad esempio mentre si è seduti, lo si mantiene in grembo e, inconsapevolmente, il capo si rivolge verso il basso, uscendo dalla posizione ideale. Uniteci anche l’azione “a leggio” delle mani e otterrete un mix letale che a lungo andare potrebbe provocare danni muscolari al collo e nuca con conseguenti infiammazioni. Lo stesso problema si riscontra anche quando si usa in piedi, in modo maggiore rispetto a quando si impugna uno smartphone. Lo studio arriva nientemeno che da Harvard.”

Anche il Corriere Salute è uscito con un articolo più direttamente collegato ai problemi della Cervicale (Cervicalgia) analizzandone cause, sintomi e rimedi. Pubblichiamo alcune immagini molto  interessanti che sintetizzano molto bene l’argomento.

Tra le cause spicca la postura non naturale nell’ utilizzo continuativo e prolungato di Computer o Tablet., responsabile di stress per i muscoli del collo e della colonna vertebrale.

In  Loungetek già nel 2010 avevamo intuito il problema , prima del successo dell’ Ipad testando i nostri porta-Notebook con gli Ebook Reader di Amazon, i Kindle… i primi feedback degli utenti ci hanno indicato la valenza della nostra soluzione in tema di prevenzione, avallatoa poi dai Test della Associazione Italiana Posturologi. Ovviamente Lounge-book non serve in mobilità ma diventa un valido supporto nel caso di utilizzo del tablet in modi  intensivi  e prolungati come la fruizione di contenuti multimediali, la lettura dei Libri digitali e alcuni giochi on line molto diffusi come scacchi buracco e poker.

Ma torniamo all’articolo di Tecnocino…. “Utilizzare il tablet quando si è seduti in una sala d’aspetto, su mezzi pubblici o a casa sul divano è un’esperienza pericolosa. E chi l’avrebbe mai detto? E’ una di quelle azioni che sul momento non sembra aver alcuna conseguenza, ma che sommando l’effetto di giorni su giorni causa a lungo andare un’infiammazione che può essere potenzialmente molto dannosa.

Lo hanno osservato i ricercatori della School of Public Health di Harvard che hanno confrontato l’uso del tablet ad esempio con un computer portatile. Vista la struttura e la tastiera, usare un notebook non provoca gli stessi traumi visto che il peso viene meglio distribuito attraverso le gambe e il collo patisce meno. Al contrario, con un tablet, ci si incurva andando a formare una sorta di semicerchio con collo e schiena e ci si prepara a infiammazioni.”  Figuriamoci! Addirittura peggio del Laptop! Sull’argomento possiamo aggiungere il fastidio e le controindicazioni nel sostenere un laptop sulle gambe…. per quanto leggero come gli ultimi ultrabook sul mercato.  

Sono troppo sollecitati i muscoli del collo, che devono intervenire per sostenerne il peso” ha spiegato al Los Angeles Times il direttore dell’ Occupational Biomechanics Laboratory di Harvard, Jack Dennerlein. Dunque i tablet sono da evitare? Affatto, gli stessi ricercatori suggeriscono di utilizzarlo con appositi case e custodie che facilitino una presa più naturale e meno forzata. E così si sviano anche i discorsi sui conflitti di interesse dato che sembra che la ricerca sia stata finanziata da Microsoft… ma d’altra parte esistono tablet anche con Windows OS.

Ipad3: in alcune applicazioni può presentare problemi di surriscaldamento?

Ma pare che con i Tablet il problema ergonomico investa anche la generazione eccessiva di calore, ovvero un fastido nell’ utilizzo del Tablet soprattutto appoggiandolo aulle gambe o sul corpo…… citiamo brani da un articolo di HD BLOG

Problemi di confort d'uso per riscaldamento per l'IPad3? pare di si in condizioni particolari

“Come spesso accade, i giorni successivi al lancio di un nuovo modello di smartphone o tablet sono caratterizzati dalle segnalazioni degli utenti relative a presunti difetti di giovinezza o, nei casi più gravi, a veri e propri errori progettuali. Anche il nuovo iPad non è immune a questa prassi ed infatti, a soli tre giorni dall’esordio ufficiale, non sono mancate le prime segnalazioni di probabili difetti del tablet. Tra quelle più rilevanti, considerato il corposo topic già attivo presso il forum di supporto ufficiale Apple, figura quella sull’eccessiva produzione di calore che renderebbe l’utilizzo in alcuni casi poco confortevole, senza sfociare in un vero e proprio surriscaldamento tale da pregiudicare il corretto funzionamento. Le condizioni in cui la produzione di calore si verifica sarebbero varie: alcuni utenti hanno notato il surriscaldamento durante una sessione di gioco con un titolo come Real Racing 2 che fa particolare uso della GPU, altri durante la sincronizzazione con iCloud, altri ancora hanno imputato il calore prodotto al livello di luminosità dello schermo.In ogni caso le testimonianze riportate non fanno riferimento all’attivazione del meccanismo di sicurezza che normalmente interviene per prevenire danni derivanti dall’eccessivo calore. Non sarebbe quindi corretto parlare di surriscaldamento, quanto di un calore che renderebbe l’utilizzo poco gradevole.

Ma il fenomeno Tablet è agli inizi…. stanno già facendo la prima timida comparsa Computer Touch screen da 12 Pollici ….e un supporto ergonomico come il Lounge-book diventa indispensabile…..ecco un video sull’ utilizzo di uno di questi “Tabletbook”

Con il Notebook o con il Tablet in spiaggia…

è sempre più frequente vedere persone alle prese con device digitali, dall’Ipad al netbook, dal Laptop al Book reader, assorti sotto l’ombrellone, controllano la posta, scrivono, visionano dati o semplicemente sono sul loro social network. A volte non è solo svago o comunicazione ma ormai l’azienda estesa è una realtà: anche in vacanza non si chiude totalmente con il business ma è possibile svolgere un numero sempre crescente di funzioni come se fossimo in ufficio. Aree Wi-fi e gli Hot spot sono sempre più diffuse, anche se l’Italia da questo punto di vista  non è ancora in linea con gli standard delle nazioni più progredite. Non è il caso della riviera Romangnola che invece ha capito l’importanza di questi servizi diffondendo ovunque connessioni Internet senza fili, come al Kontiki Beach & Restaurant di Lido di Savio, che ospita apposite aree attrezzateper rendere il più confortevole possibile la “pausa lavoro” dei suoi clienti.

Ecco così che tra una mail e un aggiornamento del social network, una foto postata su Instagram la tradizionale partita di carte in riva al mare coi vicini di ombrellone è sostituita da Poker o Burraco On line….

E’ arrivata l’estate e il tuo notebook può diventare fastidioso. Perchè non lavorare in giardino?

E’ arrivata l’estate, e utilizzare il computer portatile per ore può diventare fastidioso più che in altri periodi dell’anno: con le temperature aumentano l’insofferenza e il senso di frustrazione che ci attanaglia nell’essere costretti davanti ad un Notebook … quando sole e cielo azzurro, richiamerebbero a ben più amene attività.

Abbiamo a disposizione un giardino o  un terrazzo adeguatamente dotato di Connessione Internet Wi-fi e magari una presa elettrica per superare l’autonomia delle batterie?

Grazie ai supporti Lounge-tek è possibile trasferire l’ufficio su una sdraio e lavorare con il proprio Notebook in modo più confrotevole, magari con una bibita fresca a portata di mano……

Cosa succede invece  nella vita di tutti giorni ?

A) Appogggiamo il Laptop sul tavolo:

– Se la sedia non è ergonomica e non si utilizza un supporto che inclina la tastiera e rialza il monitor ad altezza occhi (un Tiramisu, o un Logitech Alto ad esempio) dopo una ventina di minuti si mettono in tensione spalle, cervicale,  schiena e colonna vertebrale.

B)  Sosteniamo il Notebook appoggiandolo sulle gambe

– I condotti di raffreddamento possono essere ostruiti dai vestiti o dalla nostra pelle, ostacolando il buon funzionamento del computer, che ricambia il favore, generando fastidiosi getti di aria calda. I cuscini come il Brada di IKEA o il Lapdesk di Logitech o il cushion speaker Philips, risolvono in parte ed economicamente questo problema,  limitando però la libertà di movimento e costringendo l’utente a un appoggio di fortuna in caso di cambiamento di posizione (ad esempio per alzarsi dalla sdraio)
– Alcuni studi stanno dimostrando una diretta responsabilità delle radiazioni e onde radio emesse dai portatili a stretta vicinanza di organi delicati come quelli genitali. (link ad uno studio riportato da Wired Science)
-Utilizzare il Mouse esterno wireless può diventare difficile se non si dispone a portata di mano di un appoggio regolare.

Se consideriamo un Netbook  che è  più leggero, e con poche griglie per la ventilazione,  abbiamo il problema dello schermo piccolo e del conseguente affaticamento della vista
-Se parliamo di Tablet, in uso prolungato con video e multimedia o redazione di testi, vista la tendenza ad utilizzarli con custodie e tastiere esterne,  possiamo ricondurci alla casistica Netbook

Con i supporti Lounge-tek invece si realizza una postazione fissa che fa lavorare il Computer Portatile (sono studiati ad hoc per tutti i più diffusi Laptop, Notebook, Netbook Tablet o E-book reader) in “sospensione” nella posizione idonea per tastiera e schermo e appoggio per mouse esterno (ma ci sta anche lo smartphone, un telecomando o una bibita)  in grado di sostenere il peso del braccio di un culturista. E in più è possibile alzarsi in qualsiasi momento ritrovando al volo la posizione preferita.  Non è soltanto una questione di praticità, vi rimandiamo alla sezione ergonomia del sito lounge-tek.com per scoprire i benefici in termini di prevenszione di disturbi fisici, in particolare per la possibilità di mantenere la schiena nella posizione migliore a 135° e appoggiare il collo ad un eventuale poggiatesta.

In Lounge-tek sull’ argomento  siamo “estremi”: secondo noi tanti lavori d’ufficio potrebbero essere comodamente svolti da casa in modalità telelavoro, svuotando tangenziali e uffici per un avvenire più sostenibile, ne abbiamo parlato in “EXPO 2015  una sfida per trasformare Milano in una città “CARLESS

Salutiamo quindi con una cartolina dalla spiaggia dei Balzi Rossi di Ventimiglia, tra i primi a dotare lo stabilimento balneare di wi-fi Area, e i primi, due anni fa ad utilizzare il Lounge-book  per consentire ai propri clienti dotati di Notebook etc. di dare un’occhiatina alla posta direttamente dalla sdraio in spiaggia….

Non sono i Tropici ma la spiaggia dei Balzi Rossi a Imperia
Greetings from Balzi Rossi Italy

In Appartamento LAGO l’alta cucina è 2.0 su Restopolis.com

Siamo in Appartamento LAGO a Brera al fuorisalone 2011:

Restopolis.com presenta il suo  progetto di social restaurant, che consente di recensire, scegliere e prenotare via web la serata e il menu preferito: abilissimi chef dei migliori ristoranti di Milano contribuiscono a mettere in scena una simulazione reale dove i visitatori commentano in diretta gli assaggi su Tablet e Laptop, appositamente forniti.

Per l’appoggio  dei Device Digitali, risolve Lounge-tek con alcuni dei suoi supporti per Notebook che ottimizzano gli spazi in un ambiente quanto mai affollato e animato, dimostrando la sua utilità in utilizzo domestico ma anche in luoghi pubblici.

Appartamento LAGO è più di un semplice Show Room e non si limita alla esposizione degli elementi di  arredo creati dalla Genialità e dal background culturale di Daniele LAGO e degli altri Designer che ruotano attorno alla emergente Maison Veneta. E’ un contenitore che catalizza esperienze e in cui si esplorano umori e tendenze che apparentemente possono sembrare slegati ma che hanno una trama sapientemente tessuta da un instancabile e giovane team:  Nicola Zago, Diego Paccagnella, Cristina Romanello, e gli altri, riescono a creare un clima di entusiasmo, interesse e curiosità inimitabile, “pescando” ovunque: dalle innumerevoli  attività e contest organizzati dall’azienda, dal web, dalle relazioni umane che hanno l’impagabile caratteristica di essere disintermediate: chiunque può bussare ed entrare ad esporre le sue idee trovando sempre curiosità ed intelligenza.

E’ in questo ambiente che trovano spazio idee nuove come il progetto A.L.D.O. (Appartamento Lago Design Objects) , dove Lago ha offerto l’appartamento come contenitore, e i progettisti hanno provveduto al contenuto riflettendo su come viviamo lo spazio domestico, e in che modo il nostro essere si riflette sugli oggetti che ci circondano come ad esempio nuove interpretazioni dell’house garden….

In appartamento trovano spazio anche altre innumerevoli idee e prodotti, come i nostri supporti Lounge-book per usare in un modo più ergonomico i laptop, tablet, e-book reader che sempre più pervasivamente stanno  condizionando abitudini e stili di vita: dentro e fuori casa…..così magari ti capita di vedere un ipad nel bagno turco… 

o un Notebook che qualcuno utilizza per prenotare il ristorante….